Modular Huaca #1

Huaca modulare primo esemplare. 

Questa Huaca è il primo prototipo funzionante della 3 generazione di strumenti. Può essere suonato come doppio, triplo o quadruplo aggiungendo la quarta camera.

é realizzato in terra bianca e decorato con terra sigillata estratta da terra della necropoli di Selinunte (Sicilia).

Sul bordone sono situati 3 magneti al neodimio da 3,5 kg di tenuta e uno sulla parte frontale dello strumento da 800 gr.

Sulla parte anteriore si trova anche una piccola Malachite incastonata.

Tonalità: B/Si minore pentatonica (accordata per quinte)

Note camera 1: B-D-E-F#-A / Si-Re-Mi-Fa#-La

Note camera 2: F#-A-B-D-E/ Fa#-La-Si-Re-Mi

Bordone: F#-B-D / Fa#-Si-Re

Prezzo: 450 euro + spedizione

Pagamento: Paypal

Soundtest:

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

Submit

La prima Huaca modulare!

Sono felice di presentarvi la prima Huaca al mondo modulare! 

Il suono è quello di una mia classica Huaca, ma tramite un sistema di potenti magneti al neodimio da 3,5 kg e possibile cambiare le camere a piacimento…sempre rispettando la tonalità!

Le camere inoltre vengono collegate tramite dei tubi in silicone e prossimamente verranno dotate anche di una valvola per una migliore calibrazione dell’intonazione.

Realizzerò varie camere, imboccature, sdoppiatori con gli stessi attacchi così da poter comporre il proprio strumento a piacimento

Questi sono i primi due esemplari. Funzionano bene ma migliorerò ancora alcune cose.

 

Quadruple Huaca B minor

   

Tonalità: B/Si Minore pentatonica

camera frontale 1: B3-D4-E-F# / Si3-Re4-Mi-Fa#

frontale 2: F#4-A-B-D5-E / Fa#4-La-Si-Re5-Mi

posteriore 1: F#3-B / Fa#3-Si

posteriore 2: D4-F# / Re4-Fa# 

Peso: 1100 gr

Pietre: cabochon di resina con all’interno tubetti gomma fluo

Prezzo: 550 euro + spedizione  (costo spedizione dai 20 ai 40 euro in Europa, fino a 80 euro fuori Europa)

Pagamento: Paypal o Bonifico (Paypal % maggiorazione)

 

Strumento a quattro camere realizzato con terra bianca e decorato con terra sigillata proveniente dalla necropoli di Selinunte (Sicilia).

Presenta due camere frontali per la parte melodica e due bordoni modulabili, dal suono molto pieno e “spaziale”. Con beccuccio diviso in due parti per poter suonare indipendentemente le camere. Strumento unico, terzo esemplare realizzato 

Soundtest:

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

Submit

Huaca doppia in Si minore con intervallo 5°

   

Tonalità: B minor /Si minore pentatonica

Camera sinistra note: B3-D-E-F#-A\Si-Re-Mi-Fa#-La

Camera destra note: F#4-A-B-D-E\Fa#-La-Si-Re-Mi

Peso: 485 gr

Altezza: 14 cm

Prezzo: 280 euro + spedizione

Descrizione:

Ocarina in terra bianca decorata con terra sigillata raccolta in natura. Lo strumento è accordato con intervallo di quinte ed è molto squillante e divertente da suonare, il soffio è leggero ed è bene intonato. Ottimo per respirazione circolare. .

Sound test:

 

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

Submit

Workshop Costruzione Huaca

Offriamo corsi individuali o di gruppo.

Scopri tutti i segreti per realizzare questo fantastico strumento!

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

Submit

 

 

Homepage

Dal 2014 non solo semplici strumenti musicali….

 

 

La Huaca

Huaca è un termine quechua con cui gli inca definivano luoghi, oggetti o esseri animati ritenuti sacri. Il vocabolo huaca viene, letteralmente, tradotto con “Ydolos” (idoli in italiano) nel fondamentale dizionario «quechua-castellano» scritto nel 1608 da Diego de Gonçález Holguín. 

E’ stata inventata nel 1980 dalla ceramista Sharon Rowell nella zona della baia della california e fa parte della famiglia degli aerofoni, genericamente noti anche come arghilofoni (quando costruiti in argilla), e diffusi con differenti fattezze presso numerose civiltà arcaiche.

Ha una caratteristica originale rispetto agli altri tipi di flauto: si tratta di un flauto globulare, ovvero ha delle camere di risonanza tondeggianti e chiuse. Si tratta dunque di un risonatore semplice, in cui è l’intera massa dell’aria contenuta nello strumento a vibrare. Dal punto di vista fisico si tratta di un risuonatore di Helmholtz (un tubo sonoro chiuso). Questo significa che l’intonazione dipende dal rapporto fra la superficie aperta (numero e diametro dei fori aperti) ed il volume dello strumento (e dunque dalla pressione interna).

L’insieme di più camere di risonanza indipendenti nello stesso strumento, rende possibile sovrapporre più frequenze e quindi creare sonorità polifoniche e atmosfere rilassanti.

 Visto il suo potenziale sonoro alcuni artisti hanno iniziato a utilizzare la Huaca nella musicoterapia riscuotendo ottimi risultati.

Come  tutti gli strumenti a fiato necessita di un po’ di pratica prima di riuscire ad ottenere buone sonorità, in particolar modo se si vuole utilizzare tecniche come la respirazione circolare con la quale lo strumento dà il meglio di se.